domenica 3 aprile 2016

ZAHA

Il 31 Marzo è morta Zaha Hadid...penso che in questi giorni tutti abbiano visto, alcuni con sguardo fugace altri in modo più attento, le sue opere, la sua architettura.
Devo ammettere che non sono una sua seguace, non l'ho mai ritenuta più brava di tanti altri, non ho mai imitato il suo stile, nemmeno durante il percorso universitario, dove la fantasia è sconfinata e dove progettare è semplicemente espressione di sé stessi, e non di committenze o regolamenti comunali; a rendermela simpatica è il fatto che sia stata la prima donna a vincere il premio Pritzker e che sia una delle poche donne archistar con cantieri in tutto il mondo. La notizia della sua morte mi ha  sconvolto quanto quella di David Bowie...ma come io già assaporavo un tour italiano?...così Zaha, ma come? lavori ancora in cantiere, o in fase di elaborazione? Non ti aspetti la morte di persone che sono in continua fase creativa, che sono presenti al presente anzi che stanno anche oltre.. forse è questo il motivo.


Comunque è un blog che si occupa soprattutto di interior design, quindi mostrerò alcuni progetti d'interni e di design della nostra cara Zaha e del suo studio:
per primo vorrei citare l'hotel Puerta America di Madrid: ogni piano è stato creato da un architetto internazionale diverso. Qui Zaha ha messo la sua firma al primo piano (l'Hotel ne ha 12), il cliente viene accolto in questo "ventre materno", non ci sono spigoli, solo angoli arrotondati e le stanze da lei progettate sono o totalmente bianche o total black



Voi quale scegliereste per un soggiorno a Madrid? 

Altro interno che vi mostrerò è quello dello Showroom per Roca (celebre azienda leader nel campo del bagno) Progetto del 2009-2011





L'acqua è il tema centrale del progetto, sono 100 mq, gli spazi realizzati in cemento sono concepiti come una successione di "grotte erose" dalla forza dell'acqua.
Non mancano nell'inetrminabile lista dei suoi progetti anche elementi d'arredo, come tavoli,divani, cucine etc...vediamone alcuni:

Tavolo per Vitra disegnato insieme a Patrik Schumacher


Cucina prodotta on demand da Ernestomeda, in Corian


Arum teiera


Lampada Genesy prodotta da Artemide


Divano d'angolo prodotto da B&B Italia

Z-Chair, Sawaya & Moroni


Ciao Zaha

Nessun commento:

Posta un commento